Editoriale / Editorial

Luisa Cifarelli


Cari Lettori,

nel 2018 ricorre l’80° anniversario del conferimento del Premio Nobel a Enrico Fermi e la SIF non poteva mancare l’occasione di celebrarlo organizzando a Varenna un altro simposio internazionale della fortunata serie Passion for Physics, su uno dei temi più affascinanti della fisica e dell’astrofisica contemporanea: "Highlights and Perspectives in Multi-Messenger Research". Dal 13 al 14 luglio si sono dunque dati appuntamento a Villa Monastero, nell’Aula Fermi, i maggiori esponenti della ricerca mondiale in questo settore. Il simposio è stato incastonato tra i tradizionali corsi della International School of Physics Enrico Fermi, che quest’anno vertevano su: "Mechanics of Earthquake Faulting", "Computational Social Science and Complex Systems" e "Nanoscale Quantum Optics".

Questi corsi sono risultati affollatissimi, a riprova della giusta scelta di temi e docenti, senza nulla togliere all’incanto di Villa Monastero.

Altro dato significativo del 2018 è l’aumento del numero di Soci SIF, con un incremento di circa il 15% rispetto all’anno scorso, soprattutto tra i giovani, grazie a un’accurata ed efficace campagna di reclutamento. Per quanto riguarda le domande pervenute per i numerosi Premi SIF, queste sono aumentate rispetto al 2017 di più del 50%. Anche questo è un significativo indicatore dell’attuale crescita della nostra Società.

Il 104° Congresso della SIF si svolge quest’anno presso l’Università della Calabria, ad Arcavacata di Rende, con alcune novità, a partire dalla tavola rotonda organizzata in collaborazione con la Società Francese di Fisica (SFP) su "Physics for Development", specie nei paesi balcanici, mediorientali e africani, che dovrebbe coinvolgere scienziati e autorità di vari Paesi in un dibattito di notevole importanza. Da segnalare anche un’interessante tavola rotonda sulla pericolosità sismica della Calabria e la sezione parallela dedicata dalla SIF all’AISF (Associazione Italiana Studenti di Fisica). L’ormai consueto programma sociale FisiCittà comprende una nuova edizione di "Io dico l’Universo", lo spettacolo teatrale della SIF su Galilei, e numerosi altri eventi di richiamo per un pubblico di non addetti ai lavori. Infine, per tutte le congressiste e i congressisti, è stato predisposto, su iniziativa del CPO (Comitato Pari Opportunità) della SIF, uno "Spazio Bambino", ossia, per la prima volta nella storia dei nostri congressi, un servizio di accoglienza per i bambini di età fino ai 12 anni durante tutta la durata dei lavori congressuali.

Per quanto riguarda la voce della nostra Società, la SIF sta mantenendo stretti contatti con il CUN (Consiglio Universitario Nazionale), l’ANVUR (Agenzia Nazionale della Valutazione), enti di ricerca e altre associazioni scientifiche come l’AIF (Associazione per l’Insegnamento della Fisica), la SCI (Società Chimica Italiana) o la neonata FCF (Federazione Nazionale degli Ordini Professionali dei Chimici e dei Fisici), per una serie di questioni che riguardano il nostro mondo: la valutazione della ricerca, l’abilitazione scientifica nazionale, la professione del fisico, l’esame di maturità, ecc.

Due parole sull’attività editoriale della SIF che nel 2018 presenta, tra l’altro, la seconda edizione del volume "Ettore Majorana – Scientific Papers" (la raccolta completa degli articoli di Majorana, tradotti in inglese e commentati). La Rivista del Nuovo Cimento ha riscosso quest’anno un grande successo (con un IF di oltre 3.7), le riviste della serie EPJ godono tutte di ottima salute (specie EPJ Plus), e il rilancio del Giornale di Fisica è in pieno svolgimento.

Vorrei infine concludere parlando dell’EPS (Società Europea di Fisica). La SIF celebrerà, presso l’Università di Ginevra, il 28 settembre 2018, la fondazione della Società che lì avvenne nel 1968 grazie alla lungimirante iniziativa di Gilberto Bernardini, allora Direttore della Ricerca al CERN. Questo prestigioso 50° anniversario dell’EPS è stato già marcato a mio parere dall’elezione come “President Elect” di Petra Rudolf, una donna (per la seconda volta, finalmente!) che presto si metterà alla guida della Società.

Dunque, buone notizie nel complesso.

A voi tutti buon lavoro e buona lettura.

Luisa Cifarelli


Dear Readers,

2018 marks the 80th anniversary of the awarding of the Nobel Prize to Enrico Fermi and the SIF could not fail to celebrate it by organizing in Varenna another international symposium of the successful series Passion for Physics, on one of the most fascinating themes of contemporary physics and astrophysics: "Highlights and Perspectives in Multi-Messenger Research". From 13 to 14 July, therefore, the major experts of worldwide research in this sector met up in Villa Monastero, in the Aula Fermi. The symposium was embedded between the traditional courses of the International School of Physics Enrico Fermi, which this year focused on: "Mechanics of Earthquake Faulting", "Computational Social Science and Complex Systems" and "Nanoscale Quantum Optics". These courses turned out to be very crowded, proving the right choice of themes and teachers, without taking anything away from the charm of Villa Monastero.

Another significant figure of 2018 is the increase in the number of SIF Members, an increase of about 15% compared to last year, especially among young people, thanks to a careful and effective recruitment campaign. As for the applications received for the numerous SIF Awards, these increased compared to 2017 by more than 50%. This is also a significant indicator of the current growth of our Society.

The 104th SIF Congress takes place this year at the University of Calabria, in Arcavacata di Rende, with some news, starting from the round table organized in collaboration with the French Physical Society (SFP) on "Physics for Development", especially in the Balkan, Middle Eastern and African regions, which should involve scientists and authorities from various Countries in a debate of considerable importance. Also worthy of mention are an interesting round table on the seismic hazard of Calabria and a parallel section dedicated by SIF to the AISF (Italian Association of Physics Students). The now customary social programme FisiCittà includes a new edition of "I say the Universe", the stage show of the SIF on Galilei, and numerous other events of call for an audience of non-professionals. Finally, for all the congresswomen and congressmen, a "Child Space" was created, under the initiative of the CPO (Equal Opportunities Committee) of the SIF, i.e., for the first time in the history of our congresses, a reception service for children aged up to 12 years throughout the duration of the Congress.

As for the voice of our Society, the SIF is maintaining close contacts with the CUN (National University Council), the ANVUR (National Evaluation Agency), research institutions and other scientific associations such as the AIF (Association of Physics Teachers), the SCI (Italian Chemical Society) or the newly formed FCF (National Federation of the Professional Bodies of Chemists and Physicists), for a series of issues affecting our community: the assessment of research, the national scientific qualification, the profession of the physicist, the highschool final examination, etc.

Two words on the publishing activity of the SIF which in 2018 presents, among other things, the second edition of the book "Ettore Majorana – Scientific Papers" (the complete collection of Majorana’s articles, translated into English and commented). The review journal La Rivista del Nuovo Cimento has been very successful this year (with an IF of over 3.7), the EPJ series journals all enjoy excellent health (especially EPJ Plus), and the re-launch of the Giornale di Fisica is in full swing.

Let me say a final word about the EPS (European Physical Society). The SIF will celebrate, at the University of Geneva on September 28, 2018 the foundation of the EPS which occurred there in 1968 thanks to the farsighted initiative of Gilberto Bernardini, then Research Director at CERN. This prestigious 50th anniversary of the EPS was already marked in my view by the election as “President Elect” of Petra Rudolf, a woman (for the second time, finally!) who will soon take the lead of the Society.

So, on the whole, good news. To you all, good luck in your work and good reading.

Luisa Cifarelli